di Q.

Perduto è il lupo, perduto
ritrovato e senza memoria –
che bocca grande senza una fiaba,
sazio e smarrito.

Per ciò di questa scaltra
primavera tu non hai contezza;
ti imponi sopra i massi
a puro caso
– il rilievo di chi giova
a primavere, canne d’organo e battaglie
per le alture, ognuno la sua parte.

Ti ho chiesto di tornare
prima di un nuovo uragano.

Annunci