#45

di Q.

Erede di eldorado di colori così tuo,
vi cede come a un’esca di blandizie.
Raduna gocce d’unghia e ciglia.
Quarta parete – camicie e bavaglioli
ad oscillare abituali sulla soglia
della camera più interna, appena tristi
e lieti a garanzia dei radiatori
di come altro moto non resista
più che quello perpetuo, convettivo
dei fiati temperati che ne salgono.
Nel sonno lo vedessi quanto è liquida coscienza
a fronte di qualunque tiepido artifizio
senza una madonna del latte nel suo arco.

Annunci