#28

di Q.

Ti rendo un corpo senza fratture,
usato con leggerezza.
Un travestimento
usato senza premura.

In tanti in fondo, compagni nel brago,
si cerca un luogo dove non si crolla.

A te, al midollo delle cose elettriche
tue alle quali obbedisci solerte; io
senza rinchiuderti ti circondo,
amore, io sono la vertebra.

 

Annunci