Louis MacNeice – Snow (traduzione)

di Q.

D’improvviso la stanza era sontuosa, ed il bovindo
vi deponeva contro neve e rose rosa
senza suoni secondari e incompatibili: inatteso
è il mondo più di quanto noi ci figuriamo.

Folle il mondo e più del nostro immaginario
e multiforme incorreggibilmente. Sbuccio
un mandarino, lo spartisco, sputo i semi e avverto
l’ubriachezza delle cose farsi varia.

E il fuoco arde ribollendo poichè l’universo
è dispettoso e dissoluto più di quanto si supponga –
sulla lingua e sopra gl’occhi e sulle orecchie e dentro ai palmi –
più che il vetro c’è, tra la neve e queste rose enormi.


Alexandre Desplat – Rose Acacia
(dala colonna sonora del film Chéri)

Annunci