#11

di Q.

Quest’oggi hai compiuto un movimento
che non era danza esplicita, né caso;
per la minutaglia di retrovia sui piani
era un encomio, un avvicendamento
di picchetto, l’arrivo di un drappello.

Un sobbalzo della tua gatta
– dei suoi, di quelli a noi noti
e che non ti aspetti – di getto,
improvviso (io a piedi scalzi
non ho fatto un fiato; è in questo
la sopravvivenza alla morte)
e il tuo essere carne di terracotta
morbida e dogmi più che natura
– non ossa, ma possanza asciutta –
è travatura della mia sorte.

Antony and The Johnsons – One dove

Annunci